La Massoneria oggi, le sue vittorie e i suoi nemici

03.07.2021

Il 24 giugno 1717 i rappresentanti delle logge massoniche inglesi stabilirono la Grand Lodge of England (Gran Loggia d’Inghilterra). Da quel giorno in poi si ricorda l’inizio alla storia della Massoneria moderna.

Va notato che la corporazione dei liberi muratori («Freemason» in inglese, «le maçon» in francese che significa «lavoratore», «costruttore») erano conosciute nel Medioevo, così come i rappresentanti di altre professioni, riunite in corporazioni chiuse – le officine. Queste corporazioni erano segrete e potevano essere raggiunte solo passando un’iniziazione speciale. Oltre ai muratori stessi, c’erano le logge segrete di calzolai, pittori, castellatori, viticoltori, vetrai, ma anche spazzini e mendicanti. Sono stati talvolta chiamati con il termine generico «companionship», «le compagnonage.» Ogni professione aveva i propri riti e simboli, il più delle volte riconducibili alla storia biblica, ma spesso nella sua versione apocrifa. Inoltre, il simbolismo pre-cristiano potrebbe facilmente essere rintracciato ovunque. La caratteristica principale di Massoni e compagni era la loro appartenenza al Terzo Stato. I sacerdoti e l’aristocrazia avevano i loro ordini speciali e unioni segrete. Allo stesso tempo, le corporazioni medievali di artigiani, che vivevano prevalentemente nelle città, si differenziavano anche dalle comunità contadine, che in questo periodo si univano talvolta in gruppi mistici con le loro leggende, simboli, riti e dottrine.

Il 24 giugno 1717 venne riformata l’antica Massoneria, precedentemente chiamata «massoneria operativa», cioè associata ad una particolare professione: la costruzione di templi, castelli e palazzi.  Ora diventava «speculativa» e vi si potevano unire rappresentanti di qualsiasi classe – tutti i riti erano ormai considerati allegorie, e i segreti dell’artigianato metafore mistiche -, ma anche in questo momento storico la Massoneria ha mantenuto la cosa principale, cioè l’orientamento sul Terzo Stato. Divenne così l’avanguardia della nuova classe capitalista, che si precipitò al potere, tant’è che possiamo trovare tra le logge massoniche sia moderati chi radicale, come per esempio nel caso degli Illuminati bavaresi o le logge massoniche francesi responsabili della grande rivoluzione francese e del terrore sanguinoso ad essa associato.

Questa Massoneria rivoluzionaria radicale rifiutò Dio e divenne il principale nemico ideologico e politico di tutto l’ordine tradizionale in Europa. Il Terzo Stato sotto la guida massonica distrusse la Chiesa, rovesciò la Monarchia e ancor più schiavizzò i contadini. La scienza materialistica degli Enciclopedisti tutti direttamente collegati con la Massoneria e ispirati da essa sostituì il sublime idealismo del Medio Evo cristiano.

La vera Europa combatté una battaglia disperata nella Vandea, dove il sacerdozio, l’aristocrazia fedele al monarca e i contadini – tutte e tre le funzioni classiche della società indoeuropea (secondo G. Dumezil) si unirono contro il sanguinoso terrorismo massonico, avanguardia della civiltà materialista liberal-capitalista che avanzava sull’Europa. Ma, alla fine, quest’ultimo ebbe la meglio. L’Occidente moderno ha seguito il percorso massonico.

Nel XX secolo, quasi tutti i piani della massoneria speculativa giunsero a compimento: le logge stesse, con i loro riti arcaici, moralismo e simbolismo, divennero ormai obsolete; ma l’ideologia massonica del progresso, dell’evoluzione, dei diritti umani, della scienza materialistica, dello Stato laico e della società civile sono diventati principi e norme per praticamente tutta l’umanità; idee originariamente originate da segreti atelier massonici sono ora apertamente inculcate nelle menti degli scolari e definiscono l’agenda della politica scientifica e culturale. E non è un caso che quasi tutti i presidenti degli Stati Uniti, a partire dal primo, George Washington, siano stati attivisti della Massoneria Anglo-Sassone e vi abbiano ricoperto cariche di leadership.

Oggi, coloro che si definiscono Massoni (e ce ne sono alcuni) sono o rudimenti atavici o clown.  Non hanno più ragione di esistere. Il loro programma storico si realizza su scala planetaria.

Tutta l’umanità è diventata gradualmente una loggia massonica.

È solo questione di tempo prima che l’ultima tappa del programma massonico diventi realtà: l’instaurazione di una dittatura mondiale del Governo Mondiale.

Ma vediamo alcuni ostacoli lungo la strada. E spero che tu, lettore, capisca cosa intendo.

Siamo noi l’ostacolo. Io e te.

Qualcosa di grande è in arrivo: è il Grande Risveglio.

Traduzione italiana a cura di Lorenzo Maria Pacini