L'Albania sta cercando di aumentare le tensioni con l'Iran a causa del MEK?

04.07.2020
L'Albania ha visto importanti cambiamenti nella situazione del Paese negli ultimi decenni e ha sperimentato un sistema comunista tra il 1980 e il 1990, nella tarda vita di Anwar Khoja. L'Albania a quel tempo non aveva quasi alcuna relazione amichevole con nessun Paese e Khoja accusò Stati come l'Unione Sovietica e la Cina di essere troppo aperti e tradire i valori comunisti! 
 
Nel 1990, con la caduta di Anwar Khoja, l'Albania è entrata in un mondo nuovo e libero. Alle elezioni del marzo 1992, tra collasso economico e disordini sociali, il vecchio partito comunista albanese, il Partito Laburista Albanese, fu sconfitto alla fine del 1996 e in seguito alle azioni di gruppi che usavano schemi piramidali, la crisi economica del Paese si intensificò, culminando nel 1997 quando il Paese ha affrontato una rivolta armata. Questa tendenza ha dato all'Albania una nuova ondata di emigrazione, con la maggior parte degli emigranti diretti in Italia, Grecia, Svizzera, Germania e Nord America. In seguito, la guerra del Kosovo nel 1999 ha portato molti richiedenti asilo in Albania, provocando una grave recessione economica nel Paese. Quindi, fino al 2016, c'è stata una relativa calma nel Paese e le persone erano impegnate a lottare con i loro problemi economici, fino a quando l'Albania, sotto la guida di Eddie Rama, ha dato rifugio ad un gruppo terroristico, presente nell'elenco americano dei gruppi terroristici fino al 2012 e nell'elenco dei gruppi terroristici dell'UE fino al 2009 e che alcuni anni fa ha lavorato per Saddam Hussein, il dittatore iracheno.
 
Dall'arrivo del MEK in Albania, il popolo di questo Paese ha affrontato un fenomeno chiamato Stato in un altro Stato e il MEK ha facilmente violato le leggi usando il suo capitale per assoldare elementi influenti nel governo albanese, in particolare Eddie Rama. Pagando con soldi sporchi che sono stati guadagnati con metodi come comprare e vendere droghe e così via, non consente alla polizia e alle agenzie di sicurezza di agire contro di esso.
 
Questa è la situazione, in cui persino la gente di questo Paese è privata della giustizia sociale, come nel caso dell'incidente accaduto a George Thanasi per cui, con l'intervento del MEK, il tribunale, nonostante le prove a suo favore, ha dato torto a Thanasi. In Albania, la corruzione di questo gruppo terroristico ha raggiunto un punto in cui le persone non possono né lamentarsi con il governo né con la magistratura. L'Albania infatti è diventata un rifugio sicuro per i terroristi di tutto il mondo.
 
Eddie Rama, con il cedere il suo Paese ad un gruppo terroristico chiamato MEK le cui mani sono sporche del sangue di 12000 iraniani innocenti e con l’invitare l'ex regina iraniana Farah Diba (che è un'attivista del gruppo realista anti-iraniano) alla festa nuziale del principe albanese nel 2016, data che coincide esattamente con l'arrivo del MEK in questo Paese e l'espulsione di due diplomatici iraniani senza documenti, sta di fatto riunendo tutti i gruppi anti-iraniani in questo Paese e ha dichiarato guerra alla Repubblica Islamica dell'Iran. 
 
L'Iran è un Paese che non scherza con nessuno, nemmeno con gli Stati Uniti. Dopo l'assassinio del generale Soleimani da parte degli Stati Uniti, l'esercito iraniano ha lanciato missili contro il più grande quartier generale degli Stati Uniti in Iraq, dimostrando che non placava alcun Paese cambiando le sue posizioni. In questo caso, abbiamo anche visto che gli Stati Uniti non sono in grado di dichiarare guerra all'Iran ed Israele, che nel frattempo si ritrova da solo e sotto assedio con Hezbollah in Libano e ha paura di affrontare l'Iran, vuole colpire indirettamente l'Iran attraverso il MEK. Come abbiamo visto, l'assassinio di scienziati nucleari iraniani è stato il risultato della cooperazione tra il MEK ed il Mossad israeliano. In effetti, l'Albania, un Paese con un popolo amante della pace, è diventato il grande quartier generale dell'organizzazione terroristica, che ha riportato in vita amari ricordi per la gente di questo Paese.
 
Dal 1967 al 1990, il regime comunista in Albania ha creato una situazione difficile per il popolo albanese e ora, con la presenza del MEK, stanno tornando i ricordi di quel periodo amaro. Un gruppo di circa 3.000 persone in Albania, ha cambiato la situazione in un modo che nel prossimo futuro, nonostante ci sia un rapporto di quasi l'uno per cento con la città di Tirana, esso avrà rappresentanti in parlamento e altri dipartimenti governativi e, come al tempo di Saddam in Iraq, sopprimeranno e uccideranno persino delle persone, come hanno fatto con i curdi. Se il MEK dominerà il parlamento albanese, imporrà senza dubbio sul Paese le sue leggi e se saranno osservate le leggi di Camp Ashraf, vedremo opzioni che non sono in linea con alcuna legge sui diritti umani, cosa che persino i membri di questo gruppo terroristico hanno confessato di loro, come l'impossibilità di matrimonio tra i membri e la separazione delle famiglie l'una dall'altra. Indubbiamente, nessun Paese si muoverà correttamente senza il proprio popolo e con repressione e corruzione.
 
Eddie Rama ha protetto un gruppo il cui leader, Maryam Rajavi, non attribuisce alcun valore alla vita dei membri del MEK, così come a quella del popolo albanese. Come abbiamo visto nelle ultime settimane, il MEK è stato accusato della diffusione del coronavirus in Albania e non ha permesso a nessun funzionario governativo di entrare nel campo, non ha nemmeno permesso ai gruppi governativi di disinfettare il campo e questo mentre la seconda entrata del campo non è conforme alle misure sanitarie. Infatti, non hanno fornito maschere sanitarie per i propri membri. L'età elevata dei membri ed il fatto di vivere in uno spazio limitato per 3.000 persone rendono questo campo un luogo ideale per diffondere il coronavirus. i membri che si ammalano e muoiono nel campo vengono segretamente sepolti senza informare il governo albanese; non hanno un certificato di morte e vengono sepolti con una causa sconosciuta di morte. Se sono stato portati in ospedale in casi speciali e vi morivano, al governo e all'ospedale non era consentito l'autopsia per determinare la causa della morte. In realtà, vogliono mantenere segreto il numero dei loro infetti così da potersi sbarazzare della responsabilità di diffondere il coronavirus in Albania.
 
A questo punto, non è forse il momento giusto per le Nazioni Unite di agire indipendentemente dal pensiero americano e di essere coinvolte personalmente nella questione della violazione da parte del MEK delle leggi sui diritti umani?
 
******************
Articolo originale: