Italy

L'ordine liberale è finito

07.03.2018

”Populismo” significa etimologicamente assumere il “popolo”come un’entità astratta, un Uno, farne un’ente di ragione, magari sulla base di sue presunte origini, di una sua “arcaica” natura etnico-culturale, di una sua identità meta-storica se non anti-storica. I populisti iniziano sempre con operazioni di questo tipo.

Heidegger contra nihilismus

28.12.2017

Nell’autentica opera d’arte non si effettua, secondo Heidegger, una mimesis – riproduzione descrittiva – della realtà, come nella prospettiva medievale scolastica di corrispondenza (omoiosisadaequatio) fra l'ente e la sua commisurata rappresentazione, bensì «nell'opera è in opera l'apertura dell'ente nel suo essere, il farsi evento della verità».

L’ultimo punto di discesa all’inferno

13.08.2017

Il liberalismo è essenzialmente razzista. Si impone come qualcosa di universale e obbligatorio, essendo il prodotto dell'esperienza storica della società occidentale moderna. L'ideologia dei diritti umani è anch'essa razzista, affermando l'individuo (concetto liberale) come unica strada per comprendere la natura umana. Anche la schiavitù è un fenomeno moderno. Nel Medioevo Cristiano essa era assente. È iniziata con il passaggio dalla società tradizionale alla modernità, al capitalismo e al liberalismo. Il liberalismo è un'ideologia razzista e totalitaria che pretende di darci la libertà ma instaura la schiavitù.

I Giovani, le Donne, gli Omosessuali e i New Global nella società di mercato

16.07.2017

L’antifascismo militante fu in un certo qual senso propedeutico a legittimare e a conferire agibilità alla teoria, di matrice centrista e governativa, degli opposti estremismi e, contemporaneamente, contribuì, ennesimo caso di eterogenesi dei fini intrinseco alla prassi del frammentato movimento internazionale dei lavoratori, a gettare discredito sull’intera area politica della sinistra che l’opinione pubblica moderata tendeva ormai semplicisticamente a equiparare alle frange staliniste interne ai servizi d’ordine dei gruppi extraparlamentari.

IL PROGETTO GRANDE EUROPA

09.07.2017

Una Grande Europa nel contesto generale di un mondo multipolare è concepita come circondata da altri grandi territori, che basano le loro rispettive unità sull’affinità delle civiltà. Così possiamo postulare l’eventuale comparsa di un Grande Nord America, di una Grande Eurasia, di una Grande Asia Pacifica e, in un futuro più lontano, di un Grande Sud America e di una Grande Africa.

SOVRANITÀ E TEMPO

16.06.2017

Il mondo moderno è un’anomalia. Esso è regressione e degenerazione. La Verità deve essere ricercata nei miti, simboli, leggende, culti e riti che riconducono alla patria iperborea dell’umanità

CONTRO IL MONDO POSTMODERNO

07.06.2017

Credo sinceramente che la Quarta Teoria Politica, il nazional-bolscevismo e l’eurasiatismo possano essere di grande utilità per i nostri popoli, i nostri paesi e la nostra civiltà. La parola chiave è “multipolarità” in tutti i sensi: multipolarità geopolitica, culturale, valoriale, economica, e così via.

Russiagate: la fantasia pura

30.05.2017

Sono mesi che si parla del cosiddetto "Russiagate" , ovvero dei legami presunti tra Donald Trump e Vladimir Putin che avrebbero influenzato il risultato elettorale delle presidenziali americane e che potrebbero essere utilizzati dagli avversari (anche interni ai repubblicani) per chiedere l'impeachment del presidente.

IL TERZO TOTALITARISMO

28.05.2017

Il liberalismo è un’ideologia totalitaria e violenta, un mezzo per la repressione politica diretta e indiretta, per la pressione educativa e la feroce propaganda, che si autoproclama come non totalitaria, celando la sua vera natura. Questo è un fatto scientifico. Il concetto di terzo totalitarismo è del tutto coerente con la natura del liberalismo come concetto politico.