Etiopia: oltre 1.600 persone arrestate dalla proclamazione dello stato d'emergenza

Giovedì, 20 Ottobre, 2016 - 17:30

Le forze di sicurezza etiopi hanno arrestato oltre 1.600 persone dalla proclamazione dello stato d'emergenza, imposto lo scorso 9 ottobre per porre fine all'ondata di proteste anti-governative nel paese.

Lo ha riferito l'emittente televisiva statale "Fana", secondo cui nello stesso periodo sono state requisite circa 760 armi che sono state saccheggiate durante i disordini. Fra gli arrestati figurano anche 13 commercianti che si sono rifiutati di portare avanti le loro attivita' nello stato di Amhara.

Il governo etiope ha proclamato la scorsa settimana lo stato d'emergenza per porre fine ai disordini scoppiati in Oromia e Amhara, da un anno teatro un'ondata di violente proteste anti-governative. Secondo le stime delle organizzazioni per i diritti umani, centinaia di persone sono rimaste uccise dall'inizio delle proteste.