Iraq: premier al Abadi, sconfiggeremo l'ISIS entro tre mesi

Martedì, 27 Dicembre, 2016 - 18:30

Lo Stato islamico (Is) sarà sconfitto in Iraq nei prossimi tre mesi. Lo ha detto oggi in conferenza stampa il premier iracheno Haider al Abadi, secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa Nova.

"Le condizioni attuali indicano che l'Iraq ha bisogno di tre mesi per eliminare Daesh", ha detto il capo del governo. Abadi non ha risparmiato anche critiche nei confronti del ministro degli Esteri saudita Adel al Jubeir, il quale ha detto ieri che le forze paramilitari irachene della Mobilitazione popolare (Pmu), composte in buona parte da miliziani sciiti, sono una formazione settaria sostenuta dall'Iran: "Respingo le dichiarazione di Jubeir sulle forze Pmu e invito l'Arabia Saudita a risolvere i suoi problemi senza coinvolgere l'Iraq", ha detto il capo del governo di Baghdad. 

Intanto le forze anti-terrorismo irachene stanno per lanciare la seconda fase dell'offensiva per liberare la parte orientale di Mosul, seconda città dell'Iraq e ultima roccaforte dello Stato islamico nella provincia settentrionale di Ninive. Lo ha detto ad "Agenzia Nova" il comandante della Seconda forza d'e'lite irachena, generale Maan al Saadi.

"Le forze di sicurezza stanno completando ora i preparativi per lanciare la seconda fase della liberazione di Mosul est", ha detto l'ufficiale militare libico. Il comandante iracheno aveva detto precedentemente che nella prima fase dell'operazione sono stati liberati 40 distretti su un totale di 56 presenti a Mosul est, con "grandi perdite umane e materiali" per lo Stato islamico. Tuttavia, le azioni suicide dei combattenti dell'Is hanno costretto le forze irachene a ritirarsi più volte dai distretti liberati, riconquistati poi con l'aiuto dei raid aerei della coalizione internazionale.