Geopolitica

SOLTANTO UNO ZAR CI PUÒ SALVARE

12.12.2017

Oggi, però, le cose sembrano cambiate. La terra che sembrava orientata alla salvezza intrisa di spirito religioso del genere umano, ora è diventato il luogo dove si prepara un futuro post-umano, dove gli uomini saranno governati da intelligenze artificiali robotizzate. Dal luogo dell’utopia sta diventando il luogo della distopia. Lo ha ricordato poco tempo fa uno scienziato come Stephen Hawking, ammonendoci sul fatto che lo sviluppo dell’intelligenza artificiale «potrebbe essere il peggior evento della storia della nostra civiltà»: «in teoria i computer possono emulare l’intelligenza umana e perfino superarla. Il successo nella creazione dell’intelligenza artificiale potrebbe essere il più grande evento nella storia della nostra civiltà. O il peggiore». La tensione messianica che era propria, una volta, dell’America, si è oggi trasformata in un’atmosfera satanica, in preda ad una follia tecnologica priva di ogni limite, a cui non ci si può opporre perché il futuro è già presente.