Geopolitica

IL PATTO AUKUS E LA GUERRA ALL’EURASIA

23.09.2021

La geopolitica talassocratica classica definisce “Isola Mondo” l’insieme delle masse continentali eurasiatica ed africana. Questa “sfera maggiore” è circondata da alcune “sfere minori” che fungono da suoi satelliti e che, in un modo o nell’altro, hanno storicamente cercato di esercitare una pressione costante su di essa e di contenere ogni eventuale sforzo cooperativo al suo interno. Questo ruolo “satellitare” è stato storicamente attribuito al Giappone ad Oriente, alla Gran Bretagna prima (“isola europea ma non in Europa”) ed agli Stati Uniti poi ad Occidente, ed oggi all’Oceania a Meridione dell’Eurasia.

La fuga dall’Afghanistan segna la fine dell’America

02.09.2021

Oggi tutti parlano dell’Afghanistan, giustamente. Come abbiamo già in precedenza detto, i talebani banditi dalla Russia hanno preso Kabul e hanno stabilito il loro controllo su quasi tutto il territorio dell’Afghanistan. Il modo in cui gli americani sono fuggiti dal paese, ove in precedenza avevano dedicato tutti i loro sforzi a celebrare la settimana dei transgender e dei pervertiti nella loro ambasciata a Kabul, dimostra che il dominio americano e l’egemonia dell’ideologia liberale stanno crollando.

Il paradigma monopolare in un mondo policentrico

30.07.2021

L’analista dei sistemi politici Savin spazia e fa un bilancio metodico per individuare le posizioni relative dei sistemi opposti e sviluppare le regole e i meccanismi per stabilire e sostenere la sicurezza globale per tutti. Afferma il fatto che il vecchio modello di «democrazia buona, autoritarismo cattivo» non funziona più; che occorrono alternative a modelli e dogmi superati; che il neoliberismo-globalismo tradizionale occidentale (4) sta cedendo il passo ad un mondo multipolare in cui prevalgono i valori conservatori. I cambiamenti stanno innescando una modernizzazione e un adattamento dei precedenti modelli e paradigmi delle relazioni internazionali.