Netwars

L’umanità era vicina alla cancellazione

12.10.2021

L’arresto globale di lunedì 4 ottobre è un evento davvero importante. In un certo senso, è paragonabile a una prova per la fine del mondo. Questo paragone sarebbe appropriato se vivessimo nella luce, ma visto che viviamo qui nell’oscurità, sarebbe più corretto chiamarla “la fine dell’oscurità”.

Google o la Russia: la scelta è già compiuta

20.09.2021

Parliamo di Google. Siamo alla vigilia di un evento molto importante. La rivendicazione di Costantinopoli [sito web di informazione culturale russa, N.d.T.] contro Google e il canale YouTube ha tutte le possibilità di diventare fatale. La Corte russa ha riconosciuto la piena validità della rivendicazione di Costantinopoli e durante questo periodo il Governo ha emesso una serie di decreti ordinando direttamente ai servizi stranieri nelle loro attività in Russia di obbedire alle leggi russe. Ora veniamo alla cosa più interessante: se Google obbedisce, allora le sue attività in Russia saranno completamente controllate dallo Stato; questo significa non solo il ripristino dell’account di Costantinopoli su Google con un milione di iscritti e il risarcimento dei danni. A proposito, Google dovrà ripristinare il mio canale educativo, così come gli account di Katekhon, Geopolitica.ru e tutte quelle risorse che i globalisti, scatenatisi nella loro impunità, hanno demolito senza preavviso

L’ecosistema di guerra ibrido: la Russia sotto attacco

10.08.2021

Un anno fa, nell’agosto 2020, il Dipartimento di Stato americano ha pubblicato un rapporto speciale intitolato Colonne di disinformazione russa e l’ecosistema della propaganda. Il rapporto ha «svelato» i media russi e i singoli siti, dalla solida RT ai miei modesti (soprattutto risorse filosofiche come geopolitica.ru e account personali sui social network), che sono stati accusati di voler diffondere l’influenza russa nel mondo, rimpiazzando e limitando l’influenza delle strutture informative globali occidentali. Allo stesso tempo, ovviamente sotto l’influenza di questa relazione, i miei account su YouTube, Twitter e persino la posta su Google sono stati disattivati.